Salta al contenuto principale
x

Il Castello di Gagliano Aterno

La fondazione del castello di Gagliano Aterno (Aq), risale al 1328, quando la contessa Isabella D'Aquila lo fece costruire sui ruderi di una precedente costruzione innalzata dai Conti di Celano tra XII e XIII secolo. Questo preesistente edificio, come ricorda una lapide murata nella cappella interna, nel 1216 ebbe come ospite un personaggio straordinario: San Francesco d’Assisi.

Fu distrutto nel 1462 da Braccio di Montone, il celebre soldato di ventura. Passò nel tempo nelle mani dei Piccolomini, dei Barberini, dei Pietropaoli ed infine dei marchesi Lazzeroni.

Il castello è caratterizzato da una doppia cinta muraria a forte scarpatura, che ne ricorda l’iniziale utilizzo militare. La cinta più interna è coronata da merlatura guelfa e agli angoli presenta torrioni di rinforzo cilindrici e una torre poligonale, simile ad un puntone.

Oltre quest’ultima cortina, si sviluppa l'edificio costituito da più corpi di fabbrica gravitanti intorno ad un suggestivo cortile, circondato da portico e loggetta al piano nobile, con affreschi secenteschi da cui emerge un ritratto di Marcantonio Colonna e nello sfondo la battaglia di Lepanto. Bella anche la scenografica scalinata a giorno che conduce agli appartamenti del primo piano.

Dal Castello di Gagliano Aterno si gode di una splendida vista su tutto l’Abruzzo interno aquilano.

Questo luogo, come molti altri della regione,è protagonista di storie e leggende come quella che vuole che da qui San Francesco, mentre era ospite dei Conti di Celano, abbia indicato il vicino paese di Castelvecchio Subequo per la costruzione di un suo convento. Al territorio di Gagliano Aterno è legata anche la leggenda di un miracolo di S. Francesco.

Località Gagliano Aterno (AQ)
Mappa