Salta al contenuto principale
x

I calanchi di Atri

Nella Riserva Naturale dei calanchi di Atri il paesaggio collinare adriatico assume la sua forma più incredibile per la presenza dei “calanchi" ("bolge" o "scrimoni" nel dialetto locale), accentuate forme di erosione della pietra arenaria, vere e proprie sculture naturali. Il panorama, stupendo, colpisce anche per le contrastanti cromie: l’azzurro intenso del cielo, il candore dei calanchi e il verde intenso dei prati circostanti.

Nella Riserva è possibile visitare anche la piccola cappella della Pietra Santa di San Paolo. La leggenda narra che questa pietra sia la stessa dove a Roma fu martirizzato S. Paolo Apostolo nel 67 d. C., ma più verosimilmente si tratta dei resti di un'ara precristiana dove viaggiatori e mercanti che percorrevano l'Ager Hatrianus, importantissimo centro viario e commerciale dell’epoca, e l'antica via romana Hatria-Pinna, si fermavano a riposare e a ringraziare gli Dei con il sacrificio di animali, oppure potrebbe trattarsi di un antico cippo miliare.

Località Atri (TE)
Accesso Strada asfaltata, Raggiungibile in auto, con mezzi fuoristrada, con mezzi di grandi dimensioni
Servizi Energia elettrica
Mappa