Salta al contenuto principale
x

Abbazia benedettina di San Liberatore a Maiella

L’Abbazia benedettina di San Liberatore a Maiella a Serramonacesca (Pescara)  è uno dei più importanti esempi di architettura romanica abruzzese. Con la sua struttura essenziale in pietra bianca della Maiella si erge nel verde della lussureggiante vegetazione che la circonda e sintetizza emblematicamente il nesso tra storia religiosa e ambiente.

La chiesa ha una facciata a capanna con tre portali ed è affiancata da una torre campanaria a base quadrata di massicce proporzioni con monofore, bifore e trifore. L'interno a tre navate è caratterizzato in quella centrale da un antico pavimento cosmatesco dalle suggestive cromie e da un ambone ricco di bassorilievi di figure zoomorfe.

Genius loci di questo connubio eccezionale fra arte e natura è lo spiritualità medievale che animò l’Abruzzo oltre mille anni fa. Tante leggende avvolgono la storia dell’Abbazia e ne amplificano il fascino, da quella sulla sua fondazione che vuole che due patrizi romani donassero allo stesso San Benedetto i beni per la sua costruzione a quella che collega la sua nascita ad una vittoria di Carlo Magno sulle forze longobarde.

Da San Liberatore a Maiella si snoda anche un itinerario naturalistico che conduce sulle rive del fiume Alento e a un piccolo complesso di sepolcri ad arcosolio ricavato nella roccia poco sopra il greto del fiume.

 

Località Serramonacesca (PE)
Accesso Strada asfaltata
Servizi Energia elettrica, Acqua
Mappa